02.ApriliaRacing

Si porta a casa anche la vittoria in gara 2 Marco Melandri, un ottimo risultato per la casa veneta e per il ravennate che si dice felice per questo risultato dopo un weekend non proprio facile. Recupera qualche punto sul campione del mondo in carica, il francese Sylvain Guintoli, che grazie al secondo posto anche in gara 2, ora si trova a 31 lunghezze dal britannico Tom Sykes, che sale sul terzo gradino del podio limitando un po’ i danni.

Marco Melandri: “Dopo la caduta in Gara2 a Laguna Seca ero molto dispiaciuto, perché potevamo fare doppietta. In questo weekend io e il mio team siamo partiti subito bene, cambiando poco sulla moto, e la RSV4 si è comportata alla grande oggi. La seconda gara è stata più difficile, perché con il caldo la pista offriva meno grip. Ho cercato di essere costante, non ero velocissimo nella prima parte di gara ma sono riuscito a mantenere il mio ritmo fino alla fine recuperando posizioni sugli avversari. Una grande domenica per me, ora posso rilassarmi qualche giorno prima di ritornare in pista”.

Sylvain Guintoli: “Il nostro obiettivo qui era guadagnare punti su Tom e ci siamo riusciti. Lo scorso anno qui non ero andato benissimo, non mi aspettavo di poter lottare per la vittoria in entrambe le gare. Ho dato tutto, lavorando tanto per risolvere i problemi durante le prove e spingendo al massimo oggi. La prossima gara è a Magny Cours, una pista che mi piace e dove potrò contare sul supporto dei tifosi francesi per continuare la lotta al Mondiale. Con 100 punti in palio tutto è ancora possibile
Chaz Davies che in gara 1 aveva chiuso al terzo posto, non riesce a ripetersi in gara 2, e arriva subito a ridosso del podio con la sua Ducati. Quarto posto per lui ma comunque un risultato positivo dopo le due scivolate in cui è incappato durante le sessioni di qualiche. Quinto posto per Jonathan Rea, con la Honda del Team Pata, che si mette dietro la Suzuki di Eugene Laverty che chiude al sesto posto. Loris Baz dopo essere caduto in gara 1, chiude la seconda gara al settimo posto, davanti alla Honda di Leon Haslam, ottavo e all’altra Suzuki di Alex Lowes. Il pilota di casa, Toni Elias, invece chiude la top ten in sella all’Aprilia del red Devils Roma.

Primo nella categoria EVO, Sylvain Barrier, con la BMW del Motorrad Italia Sbk, davanti Sheridan Morais 12mo, Jeremy Guarnoni 13mo, Gabor Rizmayer 14mo e Niccolò Canepa 15mo. Fuori dalla zona punta Yates con la EBR del Team Hero.

Prossima gara a Magny Cours in Francia, il 5 ottobre.

Gabriella Manna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.